L’anno che verrà

L’anno che verrà non so che anno sarà.
So che è un anno dispari e a me non piacciono i numeri dispari però poi penso che a gennaio di un anno dispari è nata la mia 7enne (quasi 8enne) – una forza travolgente della natura, gioia allo stato puro – e allora penso che non tutti i numeri dispari sono brutti e stridenti.
So che sono stanca di cose tristi, brutte, di diritti calpestati, di disuguaglianze aumentate
So che sono stanca di vivere in un paese in cui l’unica legge è quella di non rispettare le leggi e di raggirarle (e fesso chi le osserva), di vivere in un tempo in cui il denaro (e i suoi interessi) è il dio più adorato.
So che sono stanca di vivere in un paese da cui i giovani devono andarsene per avere speranza e un futuro.
So che sono stanca di sentirmi fuori tempo.
So che sono stanca di sentirmi fuori luogo.
So che l’anno che si sta concludendo è stato un anno decisamente scadente e allora penso che, forse, l’anno che verrà non sarà poi così brutto, forse.
L’anno che verrà non so che anno sarà
ma so che anche se ci saranno delle difficoltà e mi scoraggerò poi guarderò i miei due capolavori e risolleverò la testa e riprenderò a lottare, per loro, per me.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in natale, personale e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...