museo della Maddalena: la soprintendenza auspica il pronto ripristino dell’area

logo tesori d'arte e culturaricevo in data odierna e pubblico integralmente il comunicato stampa sella soprintendenza per i Beni Archeologici del Piemonte:

DICHIARAZIONI SUL MUSEO DELLA MADDALENA DI CHIOMONTE DA PARTE DELLA SOPRINTENDENZA E DEL PIANO DI VALORIZZAZIONE VALLE DI SUSA TESORI DI ARTE E CULTURA ALPINA

In data 6 luglio la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Piemonte, a cui la legge affida il compito della tutela del patrimonio archeologico, ha provveduto al ritiro temporaneo del piccolo nucleo di oggetti archeologici di proprietà dello Stato esposti all’interno del Museo de La Maddalena e al loro trasporto presso il Museo di Antichità di Torino per il loro restauro e schedatura.
La decisione è stata concordata con la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte, anticipando di poco, anche a seguito dei gravi fatti avvenuti il 3 luglio, quanto da tempo stabilito nell’ambito del progetto Il Museo e il Parco Archeologico di Chiomonte. Verso un museo del paesaggio, finanziato da ARCUS SPA per la valorizzazione dell’importante sito di Chiomonte La Maddalena.
A tal fine la Soprintendenza auspica che la piena fruibilità del sito possa essere ripristinata al più presto.
Soprintendenza per i beni archeologici del Piemonte e del Museo antichità egizie

Il Gruppo di lavoro sui percorsi archeologici del piano di valorizzazione Valle di Susa-Tesori di Arte e Cultura Alpina da anni opera, in accordo con la Soprintendenza, per individuare efficaci metodi di gestione e valorizzazione integrata del patrimonio archeologico della Valle, così da incrementarne e facilitarne la fruibilità. Parallelamente promuove percorsi formativi per volontari che possano coadiuvare il personale professionista nella apertura dei siti. Di fronte all’attuale, grave difficoltà ad accedere all’area e al Museo archeologico de La Maddalena non può che manifestare il profondo rammarico perché la Valle viene privata di uno tra i più importanti siti preistorici del territorio, oggetto anche di una specifico contributo di ARCUS SPA. Esprime il proprio ringraziamento a quanti hanno contribuito alla sua tutela, gestione e valorizzazione, a coloro che hanno curato le visite e i laboratori didattici per i tanti istituti scolastici che in questi ultimi anni hanno visitato il percorso e il museo preistorico e domanda agli enti a cui la legge affida compiti di gestione e valorizzazione, in primo luogo al Comune di Chiomonte, di adoperarsi per la riapertura ela piena fruibilità dell’area.
Il gruppo di lavoro sui percorsi archeologici

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in blog, politica, sociale, storie dal borgo e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...