genti diverse, stesso scopo

lezioni di filosofia, dibattiti sullo sviluppo, dibattiti sulle guerre dimenticate, corsi di pacifismo e resistenza non violenta, lezioni di democrazia, chimica, politica, sociologia … il programma del presidio di chiomonte è veramente di un livello culturale quasi irraggiungibile e pensi che chissà chi ci andrà a sentire ‘ste cose… poi per strada passa un gruppo di giovani diretto lì che canta a squarciagola fabri fibra, mi incontra mi sorride, mi saluta, svolta l’angolo e si incammina verso il ponte. qui a chiomonte, al presidio e durante le diverse azioni di protesta, si incontra veramente tutta l’umanità che si possa immaginare e tutti insieme si lotta, si parla, si ride, ci si difende dai lacrimogeni. casalinghe, avvocati, anziani, giovani, mamme, nonne, papà, nonni, chi ha due lauree, chi ha la terza media, chi ha due case, chi è in affitto, chi abita i montagna e chi abita in città o al mare, chi ha i capelli corti, chi lunghi, chi colorati, chi bianchi, chi ha gli orecchini, chi ha i pirsing, chi arrotola sigarette, chi altro, chi e signoramia questi giovani, chi porta le torte, chi i pomodori e le zucchine…. tutti uniti dalla stessa voglia di dire di no alla follia cieca (e agli interessi) di pochi. ognuno condivide ciò che ha, ciò che sa, ciò che è. semplicemente.
e io penso che sì, chi pensa che qui ci siano solo anrchiciecceteraeccetera e ambientalisti&pacifisti&montanariretrogradi&&&&& insomma, tutti quelli che non possono fare a meno di attribuire etichette e si accontentano della minestrina riscaldata che passa loro la tv di regime, e sparano spalate di veleno su quello che sta succedendo qui, senza sapere, senza vedere, chiudendo gli occhi e il cuore, concentrando lo sguardo sul loro piccolo anzi piccolissimo mondo oscuro e triste, ecco mi spiace per loro perché non sanno cosa si perdono e credono che il futuro sia con loro e invece no, il futuro passa da qui, da questa esperienza che riunisce genti così diverse ma incredibilmente vicine, accomunate da uno stesso desiderio e amore: quello per la terra, per il futuro e per il diritto a una vita migliore (magari anche un po’ più lenta).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in blog, economia, politica, sociale, storie dal borgo e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a genti diverse, stesso scopo

  1. Gian Marco ha detto:

    Amore per la terra, è questo che mi fa sentire ogni giorno retrogrado&ambientalista&montanaro …anche se vivo vicino al mare 🙂

    Un abbraccio a chi difende la Valle, spero che mi vogliate nel vostro “club esclusivo”, almeno con il pensiero.

  2. Sara SR ha detto:

    abbiamo bisogno di speranza, e voi, lì in Val Susa, la state costruendo, per tutti. RESISTETE!!! RESISTIAMO!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...