quello che tutti sanno (tranne numa)

in un articolo sulla vicenda dell’arresto di due attiviste notav, lo scorso 9 giugno, un noto giornalista di cronaca de La stampa (che ho già nominato e non voglio più citare) ha dichiarato che l’ex marito di una delle due ragazze era lì con lei nell’azione di attacco alla recinzione. naturalmente, essendo il giornalista un giornalista si è documentato e cita anche nome e cognome dell’ex marito, che in quanto notav (così come ogni altro criminale o presunto tale) non ha diritto alla privacy.
io non so chi siano gli informatori del giornalista in questione, oppure se fa tutte le ricerche da solo, in ogni caso forse è meglio che il giornalista si informi meglio o si cerchi informatori un po’ più attendibili, perché l’ex marito è fuori dal borgo, anzi fuori dall’italia, anzi fuori dal continente da oltre un mese, con nuova moglie e figli a carico (e dubito molto che abbia fatto ore e ore di volo per andare e tornare e nel frattempo partecipare a una azione notav). il fatto che tutta la famiglia sia in tailandia è cosa nota e risaputa (non fosse altro perché i figli vanno a scuola con altri bambini e la voce si sparge in men che non si dica qui nel borgo e nei boschi limitrofi).
ora, non so a quale scopo il giornalista in questione abbia detto una cosa del genere, però, di certo, ha fatto una figura di merda e ha dato ulteriore conferma della sua totale mancanza di professionalità e credibilità. peccato che chi legge le cose che vengono pubblicate dal giornale torinese mediamente creda che ciò che legge sia vero e verificato e non si accorge di eventuali rettifiche (sempre fatte nelle ultime pagine del giornale).
in ogni caso, la prossima volta mi chieda: avrei potuto raccontargli anche particolari gustosi della ex vita coniugale con cui rendere interessante il pezzo.

NB: non pubblico il link al pezzo APPOSTA, che il quotidiano torinese non merita di aumentare il numero di accessi al suo sito (accessi che attraggono sponsor i cui soldi servono a pagare siffatti giornalisti). se non ci credete e volete verificare leggendo il pezzo, per una volta cercate da soli

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in politica, storie dal borgo e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a quello che tutti sanno (tranne numa)

  1. Gian Marco ha detto:

    I giornalisti pigri, quelli che scrivono le notizie senza documentarsi magari restando comodi in ufficio, e quelli asserviti che scrivono apposta delle bugie causano sempre grossi danni. Chi ci rimette sono molto spesso i più deboli. Per questo li detesto e mi indigno ogni volta che vengo a sapere che hanno maramaldeggiato. Hai hatto bene a non pubblicare il link.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...