#cassandrate 14: controllori trenitalia nell’era digitale

ho l’abbonamento annuale-oltre 900 euro, per intenderci -, caricato sulla tessera digitale BIP.
il controllore mi chiede di esibire la ricevuta cartacea, non ostante abbia con sé il lettore delle tessere.
quando io mi mostro perplessa e chiedo come mai, lui mi dice, in tono stizzito, che i pendolari trenitalia sono costretti ad avere con sé la ricevuta cartacea, che la tessera BIP è frutto di un accordo GTT  e lui non è dipendente GTT.
sto giocando a ruzzle e non ho voglia di perdere la partita in corso, così cerco velocemente tra i documenti e- per fortuna- trovo la copia della ricevuta. evito di discutere, ma ho una grande rabbia dentro. e non posso fare a meno di pensare che o il controllore è pigro e non ha voglia di attivare il lettore, o non ne è capace oppure vuol far applicare una regola transitoria che a più di due anni dalla messa a punto del sistema dovrebbe essere superata.
questo paese non uscirà mai dal pantano in cui è infilato: sono in troppi a agire come il controllore.
e poi pianifichiamo le smart city in nome della social innovation …. ma di che parliamo?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in #cassandrate, vita da pendolare e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...