grano dei morti (cuccìa)

è un dolce tipico della Puglia e della Basilicata e si cucina per la ricorrenza di Ognissanti. il mio consorte lo ricorda dai tempi della sua giovinezza passata nelle lande verdeggianti della lucania, così abbiamo provato a riprodurlo. in rete ci sono diverse ricette. noi ne abbiamo seguita una da un libro di piatti tipici lucani e l’abbiamo rivisitata secondo i nostri gusti (e i suoi ricordi).

ingredienti:
500 gr di grano
200 gr di gherigli di noci
70 gr. di cioccolato fondente
1 melograno
100 gr di zucchero semolato
vincotto (circa 4 dl)

procedimento:
si cuoce il grano lasciandolo al dente (deve risultare piuttosto calloso) in abbondante acqua non salata, si scola, si rimette sul fuoco aggiungendo il cioccolato a pezzetti, lo zucchero, le noci. mescolando si aggiunge a poco a poco il vincotto, aggiungendone finchè il grano non risulta ben irrorato. dopo qualche minuto spegnere, mescolare ancora per amalgamare bene tutti gli ingradienti. far raffreddare. al momento di servire, unire i chicchi di melograno.

note:

  • in molte ricette viene indicato anche di aggiungere canditi e cannella. a noi piace più semplice
  • ho usato il grano parboiled che ho trovato al supermercato. è risultato ottimo. unica avvertenza è farlo cuocere un minuto in meno del minimo indicato (in pratica 7 minuti dalla bollitura) e farlo raffreddare subito sotto l’acqua fredda corrente
  • il vincotto si trova nei negozi di prodotti tipici pugliesi/lucani

 

Una risposta a grano dei morti (cuccìa)

  1. Pingback: Placida Signora » Blog Archive » Placide Segnalazio’: Elenco molto molto in progress di Cose Belle da leggere e guardare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...