pane arabo “cassandra style” (con lievitomadre)

Spesso vorrei mangiare del pane fresco, magari tiepido, però non sempre mi ricordo di impastare e soprattutto non avendo il forno devo organizzarmi per cuocerlo. Poi, si sa, panificare è un’arte e io non ho ancora messo a punto per benino la ricetta. Così provo forme alternative alla classica pagnotta.
Questo pane è nato dopo aver visto un brevissimo ma davvero esplicativo video postato da @duiglio su FF. Naturalmente gli ho chiesto la ricetta e l’ho poi adattata alla mia “madre” (lui usa una madre liquida, io semisolida).  
Ed ecco i risultati:
pane arabo
Ingredienti:
lievitomadre 100 gr
acqua tiepida 120 gr
malto 1/3 di cucchiaino
strutto 2 cucchiaini
farina tipo manitoba 200 gr circa
sale una presa

Procedimento:
in una ciotola sciogliere il lievito con l’acqua tiepida. Aggiungere il malto e lo strutto e farli sciogliere. Aggiungere in un colpo solo la farina e poi il sale. Mescolare impastando fino a formare un panetto morbido. Se serve unire ancora un poco di farina (ma solo per non fare appiccicare la palla, che deve rimaner con una consistenza piuttosto morbida). Lasciare lievitare in un luogo a temperatura costante, coprendo il recipiente con un panno umido. I tempi di lievitazione sono variabili: 3-7 ore. Dipende dal tempo che avete, dalla temperatura esterna, dalla potenza del lievito. Non deve lievitare al massimo, perché quando cuoce dovrà avere ancora una certa “spinta” per poter formare le bolle. Al momento di cuocere, mettere sul fuoco la piastra (o una padella antiaderente) facendola scaldare molto, poi abbassare la fiamma, dividere l’impasto in palline (con queste dosi io ne faccio 5 di circa 24 cm di diametro) e tirarle a sfoglia sottile. Far cuocere e servire caldo.

Note:

  • in genere preparo questo pane con un lievito non molto maturo, in modo che non abbia ancora collassato
  • le sfoglie le tiro con il matterello e devono essere sottili se no non gonfiano bene
  • ho provato a farlo anche con la farina rimacinata: ottimo, anche se rimane meno morbido (ma forse basterebbe aumentare la dose di strutto)

Questa ricetta è stata usata anche da altri ed è stata battezzata cassandra style da @pdoll, a cui devo una cena per aver provato e apprezzato la ricetta. ;D

ps: lo so le foto sono piuttosto penose, ma questo è quello che passa il convento. Chi vuole proporsi per venire a fotografare le mie creazioni, ha una cena offerta (o merenda, o colazione – a suo gusto).

2 risposte a pane arabo “cassandra style” (con lievitomadre)

  1. Pingback: Panaté fa ‘l to mesté | imitatio cum variatione

  2. Pingback: Panaté fa 'l to mesté | imitatio cum variatione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...